centro internazionale del fumetto di cagliari

Linee di sangue

La copertina del volume a fumetti "Linee di Sangue" realizzata da Daniele Serra.

La copertina del volume a fumetti “Linee di Sangue” realizzata da Daniele Serra.

Il vampiro: un mito senza tempo, protagonista  di libri e film che hanno appassionato migliaia di lettori, dal “Dracula” di Bram Stoker, pubblicato nel 1897, a Twilight di Stephenie Meyer del 2005, passando per la saga di Lestat e Louis raccontata da Anne Rice a partire dal 1976.

Sembra che esista il vampiro giusto per ciascuno di noi, che soddisfi quel sano, o insano!, desiderio di terrore che spesso proviamo e che in libreria o al cinema ci fa scegliere di trascorrere un po’ del nostro tempo con un compagno dotato di  canini sproporzionati.

Certo, non tutti i vampiri sono uguali… voi quale preferite? Siete forse dei raffinati cultori del vampiro “byroniano” descritto da Polidori nel suo celebre racconto? Oppure, per voi, “vampiro” significa “Dracula”, quindi non potete prescindere dal pallido conte che perseguita Jonathan Harker e dalla classiche misure di protezione anti-morso del dottor Van Helsing?

Ho capito: magari vi vergognate ad ammetterlo, ma trovate irresistibile la pelle glitterata di Edward Cullen e riuscite a soprassedere sul suo terribile colore di capelli… oppure adorate il vampiro “culturista”, anzi, il “diurno” interpretato da Wesley Snipes  nella saga di “Blade”, tratta da un fumetto Marvel?

Come ho fatto a non pensarci? Voi preferite l’esile e letale Selene, protagonista della saga di Underworld interpretata da Kate Beckinsale! No? Allora il vostro vampiro dev’essere Barnabas Collins, che nel film “Dark Shadows” di Tim Burton ha avuto il volto di Johnny Depp… e dei fantastici completi anni ’70!

Insomma, qualunque sia il vostro tipo di succhiasangue preferito, sono certa che apprezzerete il volume a fumetti “Linee di Sangue”, che raccoglie cinque storie di vampiri molto diverse fra loro e quindi capaci di soddisfare tutti i cultori di questo mito senza tempo. “Linee di Sangue” e’ stato realizzato dal Centro Internazionale del Fumetto di Cagliari e rappresenta un esempio di come sia possibile confrontarsi artisticamente su uno stesso tema, con risultati graficamente sorprendenti, ma, soprattutto, giocando con originalità’ con temi e strutture narrative, intrecciandole e ribaltandole per sorprendere il lettore e offrire nuove chiavi d’interpretazione.

Se vi trovate a Cagliari stasera non perdete la presentazione del volume, che si terra’ nei locali della Cineteca Sarda in viale Trieste 126 : saranno presenti gli autori, sceneggiatori e disegnatori, Bepi Vigna, Gildo Atzori, Laura Congiu, Andrea Castello, Ilio Leo, Stefania Costa e Daniele Serra. Non mancate, se potete… altrimenti “Linee di Sangue” vi aspetta nelle librerie e fumetterie!

Un saluto,

Della

Una lunga domenica di fumetto

Le ultime settimane sono state colme di avvenimenti importanti. Vogliamo parlare del suicidio politico del Partito Democratico o del “Napolitano Reloaded” che è stato inscenato per manifesta incapacità di soddisfare l’unica indicazione certa uscita dal voto di Febbraio, il desiderio di CAMBIAMENTO, RINNOVAMENTO, PENSIONAMENTO della vecchia classe politica italiana?

No, non ne vogliamo parlare. Ormai poi ci sono le nomination dei ministri di Letta su cui (s)ragionare.

Questo è un blog su Quartello, mi direte voi, allora potremmo parlare del fatto che quest’anno il “Maggio Quartese” non sarà allietato da “Monumenti Aperti”: non ci son soldi da spendere per imbellettare il patrimonio culturale della città, forse gli euro preposti son stati tutti spesi per tirare su lo stadio di Is Arenas, d’altronde bisognava pur dare una casa al Cagliari orfano del Sant’Elia. Come dite? Non avete trovato Is Arenas a Trieste? Sfido io, è qui in Sardegna: sigillato abusivo vergognoso. Mistero dei fondi evanescenti, per cui i fortini di Quartello resteranno ben mimetizzati nella boscaglia di erbacce che cresce rigogliosa tutto intorno, non si sa mai, così nascosti potrebbero essere utili nel caso di uno sbarco nemico nel Golfo degli Angeli.

No, oggi non voglio parlare di questi orrori tutti italiani, ma desidero segnalarvi una meravigliosa realtà sarda che si concretizzerà domenica 28 Aprile in tutte le edicole del paese insieme all’Unione Sarda: la Storia della Sardegna a Fumetti, una collana di albi curata dal Centro Internazionale del Fumetto di Cagliari. Attraverso il fumetto, questa forma d’arte che coniuga racconto e immagini, si narrano alcune delle tappe fondamentali della storia della Sardegna: un modo originale e divertente per scoprire il passato dell’isola, godendosi i disegni degli artisti sardi che si sono impegnati in questa bellissima iniziativa editoriale. Spero che questa albi facciano trascorrere a tutti coloro che li sfoglieranno, in Sardegna ma soprattutto lontano dall’isola, una lunga domenica di fumetto… una gran bella prospettiva di questi tempi! Appuntamento in edicola, dunque: il primo albo, Il Segreto della Pietra Nera, domenica 28 Aprile insieme all’Unione Sarda, solo 1 euro!

Un saluto, Della

image.jpg