In diretta da Is Arenas, ehm, dal tavolino: Cagliari-Roma 0-3

Cagliari-Roma 0-3, Is Arenas stadio, Cellino, Cagliari Calcio, Cagliari perde a tavolino contro la Roma


Altro che Cagliari-Roma a porte chiuse e tifosi rossoblu privati, ancora una volta, della gioia di vedere la propria squadra giocare in casa, ehm, quasi in casa… negli ultimi due giorni lo stadio di Is Arenas è finito su tutti i giornali, i telegiornali, i siti internet, i blog, i forum, insomma, il “non-finito” più famoso dell’Italia sportiva si sta facendo onore, non c’è che dire.

Dove eravamo rimasti? Nel post precedente vi ho raccontato che Cagliari-Roma si sarebbe giocata a porte chiuse, come era accaduto per Cagliari-Atalanta; frustrato da questo ennesimo mancato debutto, il presidente Cellino ha invitato i tifosi a presentarsi ugualmente fuori dallo stadio, ma il prefetto di Cagliari ha annullato il match, per prevenire eventuali problemi di ordine pubblico. Sono tutti molto arrabbiati ora: i tifosi del Cagliari, Cellino, la Lega Calcio, la Roma: il clima è davvero esasperato. L’ intemperanza di Cellino deve ricadere sul Cagliari, che perderà quindi 0-3 con la Roma, pronta a fare ricorso come una faina davanti ad un pollaio? Può essere davvero considerata un’istigazione l’invito di Cellino rivolto ai tifosi?  Voi che ne pensate? Personalmente ritengo che il presidente del Cagliari non volesse istigare i tifosi, che forse si sarebbero presentati fuori da Is Arenas solo per festeggiare e sostenere la loro squadra, magari anche senza l’invito del presidente. Il problema sta proprio in quel “forse”. Ogni occasione d’incontro o protesta pacifica è potenzialmente pericolosa, mai come in questo periodo, e la frustrazione e la delusione di chi non può nemmeno godersi una partita di calcio la domenica possono trasformarsi in quel sospiro che fa dire “questo è troppo, adesso basta”, un sospiro che magari rimarrebbe tale se non ci fosse chi riesce a farlo esplodere in un urlo incontrollato. Lo abbiamo visto in occasione di manifestazioni e proteste ben più importanti, trasformate in guerriglia da delinquenti infiltrati. Si può rischiare che accadano incidenti del genere? No, non si può, anche perchè il calcio, lo sappiamo bene, è un catalizzatore d’emozioni, una valvola di sfogo… è importante, per tanta gente, e biasimo chi lo snobba, dicendo che è solo un gran giro di soldi, che bisognerebbe interrompere il Campionato per due anni al fine di fare piazza pulita, come ha suggerito Monti. Che sia gravemente malato, il calcio, è fuori questione, ma curarlo, senza toglierlo alla gente, è un obbligo.

Mentre scrivo queste parole, l’Ansa racconta che il Cagliari ha perso la partita 0-3, a tavolino. E’ triste, frustrante. Mi auguro che da questo fango possa davvero nascere un fiore, che questo pasticciaccio rappresenti il fondo, oltre il quale non si può scendere. Un pasticciaccio così brutto da scuotere chi è responsabile della situazione di stallo che riguarda un vero stadio per il Cagliari, a Cagliari.

Signori, rimboccatevi le maniche, mettete da parte invidie, dispetti, battutine sarcastiche… credo che i tifosi sardi siano stanchi di leggere sui giornali i vostri sterili botta e risposta, le vostre accuse reciproche. Ci abbiamo già rimesso tre punti, non vorremmo perderci definitivamente la faccia.

Un saluto,

Della

In diretta da Is Arenas, ehm, dal tavolino: Cagliari-Roma 0-3ultima modifica: 2012-09-24T16:27:37+00:00da dellafrye
Reposta per primo quest’articolo

One thought on “In diretta da Is Arenas, ehm, dal tavolino: Cagliari-Roma 0-3

  1. bartel

    Con tutto quello che succede in sardegna, eraproprio necessario far perdere una squadra dignitosa per un capriccio?
    Se qualche presidente zappasse un pò di più la terra del suo roto, sai come saremmo tutti più tranquilli?
    Ciao e grazie della visita, è sempre un piacere e non ti preoccupare per lo spleen autunnale, siamo in molti a provarlo di questi tempi, anche ad agosto…comunque “basta lamentarsi!”, questo è lo slogan per il prossimo anno.
    Ciao
    B

I commenti sono chiusi.