Brucia l’estate (Quartello burning bright)

Immaginate di tornare a casa dopo una estenuante giornata costellata di impegni. State percorrendo a moderata velocità Viale Poetto, illuminato da un’intermittenza giallastra di lampioni in gran parte incidentati, e già pregustate il meritato riposo, qualche pagina di lettura prima del sonno, artificialmente rinfrescato da quell’aggeggio roboante e scolante e salvifico… il condizionatore. Nonostante sia quasi mezzanotte, il termometro in auto segna 28 gradi e l’umidità ha trasformato i vostri capelli nella chioma leonina non di una, ma di tutte e tre le Charlie’s Angels messe insieme: che bella l’estate! All’improvviso lo vedete all’orizzonte, il fumo, e vi sembra troppo vicino a casa vostra… fortunatamente l’aria condizionata congela sulla tempia la gocciolina di sudore provocata dall’amletico dubbio: ho spento o non ho spento la piastra prima di uscire stamattina?

-Sembra proprio davanti a casa…

-Ma no…- vi risponde Morris con un ottimismo non troppo convinto.

La verità vi aspetta in via Fiume, ma si, la strada buia che più buia non si puo’, recentemente rischiarata dalla flebile, troppo flebile!, luce di ecologici lampioncini ad energia solare. Il rigoglioso canneto che costeggia il viale, oasi del pollo sultano (!) e cornice dello stagno di Molentargius e’ in fiamme. Fortunatamente il maestrale soffia verso lo stagno e le dense colonne di fumo si dirigono lontano da Quartello: gli abitanti del quartiere si affacciano ai balconi o si riversano per strada, le fiamme sono alte e rosseggiano contro il cielo notturno, sono vicine, troppo vicine , ma il vento le allontana dalle abitazioni e allora l’incendio si trasforma in uno spettacolo terrificante, da cui e’ impossibile distogliere lo sguardo.

Cliccate: IMG_0077.MOV

I pompieri riescono a domare le fiamme intorno alle 5 del mattino, ma verso le 6.30 un focolaio sopito si risveglia… l’indomani mattina le macchine, i parcheggi, i giardini di Quartello sono neri, grossi petali di cenere volteggiano nell’aria già calda delle 8. L’elicottero, così vicino da non sembrare reale, rovescia acqua sulla terra fumante: sembra che, sulla scenografia quotidiana della tua vita abbiano montato un mega schermo del cinema. Ma non stanno proiettando un film, stavolta.

Un saluto, Della

Aggiornamento:le indagini dei Vigili del Fuoco e del Corpo Forestale hanno evidenziato danni gravissimi per la flora e la fauna dello stagno di Molentargius. Non sembrano esserci dubbi sull’origine dolosa dell’incendio.

Brucia l’estate (Quartello burning bright)ultima modifica: 2012-08-12T19:44:26+00:00da dellafrye
Reposta per primo quest’articolo